CS - Calcio a 5 C1 Midland

CS - Calcio a 5 C1 Midland
  • Facebook
  • Twitter
  • Instagram

CS - Calcio a 5 C1 Midland: goleada da record nel femminile, pareggi importanti per U21 e U19, prima squadra va in trasferta decimata


La Midland si è trovata costretta ad affrontare la trasferta di Rapolano dimezzata dalle squalifiche (di Bonifacio, di Celli e di Lazzarelli) che si aggiungono alle altre “storiche” assenze.
Ancora pareggi per Under 21 e Under 19 (rispettivamente il quinto in otto partite e il terzo su sette gare), ma sono pareggi importanti per la Midland raccolti in trasferta contro avversari di alta classifica. Disco rosso, invece, per le altre due rappresentative maschili, ma con connotazioni diverse: brutta la sconfitta dell’Under 17 che fa ancora fatica a entrare in clima campionato, dignitosissima quella dell’Under 15 che cede con l’onore delle armi alla seconda forza del campionato.
Successo roboante delle ragazze guidate da Stefano Grassi che riprendono l’esaltante cammino del periodo ante-pandemia con 21 reti alla Fortis Juventus.

Campionato C1

Bellissima accoglienza per il mister Rosso-blu Dino Del Re che tra le crete senesi ha lasciato ricordi indelebili con il “double” della stagione 2018/19: vittoria nel campionato di C/2 e della Coppa Toscana con proclamazione come miglior allenatore toscano della categoria. Premiazione e applausi non soltanto per lui, ma anche per Tancredi Bonifacio, purtroppo relegato in tribuna dalla doppia ammonizione ricevuta contro Monsummano, anche lui assoluto protagonista di quella splendida stagione che ha portato la compagine di Rapolano nel massimo campionato regionale.
Dopo il miele dei ricordi per i due ex de Le Crete arriva l’amara realtà per la Midland costretta ad assaltare il “fortino” di Rapolano a ranghi falcidiati dalle squalifiche di Bonifacio appunto, ma anche di Celli (recente autore di una tripletta in Coppa Toscana) e di Lazzarelli che si aggiungono alle altre “storiche” assenze.
Impresa ardua che diventa ancor più difficile dopo solo una manciata di minuti. Finite le schermaglie iniziali con Benfatto e bomber Baldini a scaldare le mani ai rispettivi portieri avversari sono i padroni di casa a indirizzare a loro favore la contesa. Ottavo minuto, capitan Polvani serve Matsumoto e il nipponico fa partire un diagonale imparabile. Tre minuti dopo Baldini fa valere al meglio il suo strapotere fisico e scaglia sotto la traversa il suo tredicesimo sigillo in campionato. Due sberle che annichiliscono la pattuglia Midland che reagisce solo al 19° con i due veterani: Federico Pini serve capitan Biagiotti, ma il tiro del vecchio leone rosso-blu incoccia il palo interno e beffardamente torna in campo.
Col morale degli ospiti ai minimi livelli i pericoli arrivano dall’estremo oriente: Tomie Shuma e Yuki Matsumoto si rendono pericolosi ma il portiere spagnolo Cerezuela regge agli attacchi giapponesi.
Nulla può, però, al 28° sul bel tiro di Polvani lasciato colpevolmente solo su schema da rimessa laterale. Tre a zero.
Allo scadere Pini inventa un pallonetto che Barbato deposita nel sacco avversario. Potrebbe essere il segnale della riscossa per la Midland ma una sfortunata deviazione di Mitrado su tiro di Piroli a pochi secondi dal riposo ristabilisce il triplo vantaggio per i senesi.
Nella ripresa Le Crete provano a chiudere i giochi ma la prorompente azione di Baldini termina con un tiro sul palo e il portiere iberico salva ancora miracolosamente su Polvani. Allora la Midland può tornare a illudersi grazie a un’altra bella incursione di Federico Pini che “spizza” di testa un lancio di Cerezuela e poi ribadisce in rete sulla respinta di Bindi.
Illusione che dura un istante. Il minuto otto ispira Matsumoto che torna a segnare, così come fatto nel primo tempo, sfruttando un’altra travolgente azione di Baldini. L’orologio non compie interamente un giro di lancetta e anche Polvani trova la strada per la sua personale doppietta.
Non c’è neanche il tempo per capire cosa è successo che un banale errore difensivo permette anche a Shuma di iscriversi nel tabellino dei marcatori.
Per chi avesse perso il conto: in tre minuti dal 4 a 2 al 7 a 2 e partita virtualmente conclusa, tanto più che un minuto dopo un intervento di Mitrado viene punito con particolare severità con il rosso diretto.
Il risultato finale viene sancito da una bellissima azione in velocita sull’asse Pini, Biagiotti, Benfatto che permette al giovane pivot “emmecerchiato” di siglare il suo primo gol in campionato.
Poi, ancora un palo per la Midland e una traversa su tiro libero per Baldini che non riesce a raggiungere Sireno in vetta alla classifica dei cannonieri.
Sopra il cielo della squadra fiorentina continuano a incombere nuvoloni neri ma raggi di sole arrivano dall’Academy Midland: seconda apparizione in una settimana del 2004 Filippo Tempesti (gran bell’approccio nel mondo dei grandi per lui), esordio di Mattia Meucci (altro minorenne arrivato alla corte di Dino Del Re) e presenza nei “dodici” del 2003 Davide Cannito che ha percorso tutte le tappe nella società del Presidente Luca Marè dall’Under 13 alla C/1. Ancor più dei risultati questa è questa la vera “mission” per la Midland e motivo di orgoglio sia per il Presidente che per Pasquale Barbato che si è già trovato a giocare fianco a fianco con ben cinque dei suoi “alunni” dell’Under 19.
IBS LE CRETE 7
MIDLAND G.S. 3
IBS Le Crete: 3) Mariottini, 4) Benincasa, 5) Piroli, 6) Tessitori, 9) Shuma, 10) Baldini, 11) Matsumoto, 12) Bindi, 13) Di Tommasi, 15) Polvani, 21) Acciardi. All. Bernardini
Midland G.S.: 1) Cerezuela, 2) Cannito, 3) Fizialetti, 4) Mitrado, 5) Tempesti, 6) Bonini, 7) Pini, 8) Barbato, 9) Biagiotti, 10) Benfatto, 11) Meucci, 12) Becherucci. All. Dino Del Re
Marcatori:
8° p.t. e 8° s.t. Matsumoto (LC), 11° p.t. Baldini (LC), 28° p.t. e 8° s.t. Polvani (LC), 30° p.t. Barbato (M), 32° p.t. Piroli (LC), 7° s.t. Pini (M), 12° s.t. Shuma (LC), 19° s.t. Benfatto (M)

Campionato Under 21

Dopo la prima sconfitta in campionato per gli Under 21 Midland la trasferta contro il Limite e Capraia presentava più di una insidia. I giallo-rossi del capo-cannoniere Cinotti in casa avevano ceduto di misura soltanto ai primi della classe del Tau.
Ma la voglia di riscatto degli “emmecerchiati” non è venuta meno neanche dopo la doccia ghiacciata del gol subito dopo solo una manciata di secondi dal fischio d’avvio.
La squadra dimostra ben presto di esserci, pressa alta e fa partire azioni in velocità che mettono in difficoltà la retroguardia dei padroni di casa. Arriva così il pareggio di Benucci. Il Limite e Capraia allunga ancora, ma in pieno recupero, a seguito di una bella azione di Tarantino, Niccolò Cosi trova nuovamente il pareggio. Due a due all’intervallo.
A inizio ripresa i locali tornano ancora in vantaggio e la Midland è costretta nuovamente ad inseguire creando molto ma recuperando lo svantaggio soltanto al ventesimo minuto con Fizialetti.
Finale emozionante con la clamorosa traversa di Meucci e il tiro libero sbagliato dal Limite e Capraia nell’ultimo minuto del recupero, ma il risultato resta in parità.
Nell’intervista post-gara Mister Ballocci ci regala un’arguta similitudine: “sembriamo quei cavalli scossi al Palio di Siena che continuano ad andare anche se hanno perso il fantino” riferendosi al fatto che il numero dei giocatori a disposizione, specie in allenamento, è molto ridotto anche a causa dell’emergenza che sta vivendo la prima squadra.
Limite e Capraia 3
Midland G.S. 3 [Benucci, Fizialetti, Cosi]

Campionato Under 19

Il big match della settima giornata non delude le attese e ne scaturisce una partita avvincente giocata benissimo da entrambe le squadre.
Inizio da… “codice penale” come lo definisce Mister Barbato che nel giro di soli tre minuti porta i pisani addirittura sul triplo vantaggio. Il Five to Five sembra destinato a consolidare in tranquillità il primo posto in classifica ma deve fare i conti con la reazione imperiosa dei fiorentini. Il pressing continuo degli “emmecerchiati” li fa rientrare in partita già nel corso della prima frazione di gioco grazie alla realizzazione di Bruno alla sua quarta rete in campionato. Alla ripresa delle ostilità riparte la clamorosa rimonta guidata da Filippo Tempesti che con una doppietta riporta i fiorentini in parità. Continua il periodo magico del laterale classe 2004 che venerdì ha anche ben figurato in prima squadra. Pinzauti completa la “remontada” portando i suoi addirittura sul quattro a tre, ma a pochi secondi dal termine i padroni di casa trovano il definitivo pareggio. Poteva per la Midland essere un trionfo ma resta la grande prova di carattere anche in assenza degli Under 21 che giocavano in contemporanea e la consapevolezza di poter lottare fino alla fine per le primissime posizioni.
Five to Five 4
Midland G.S. 4 [Tempesti (2), Pinzauti, Bruno]



Campionato Under 17

Pesante sconfitta per la Midland nel derby contro il QuartoTempo. L’evoluzione che si aspettava dai suoi ragazzi sta avvenendo, ma molto lentamente.
Il coach spagnolo sa benissimo cosa fare per tentare di dare nuovi stimoli alla squadra e farla crescere soprattutto nella concentrazione necessaria per affrontare con profitto la categoria. A tal proposito citazione di merito per Duccio Santolini e Leonardo Delli per il carattere e l’applicazione dimostrata in campo.
Midland G.S. 3 [Passarini (2), Santolini]
QuartoTempo 9


Campionato Under 15

Dopo le due vittorie consecutive i giovani rossoblu offrono un’altra prestazione di buon livello contro un San Giovanni che lotterà fino alla fine per il primato contro lo “schiacciasassi” Chiusdino.
Partita compromessa da due gol quasi in fotocopia nel primo tempo. In entrambi le circostanze tutto ha origine da una palla alta che arriva in area scavalcando il nostro centrale. Nel primo caso viene insaccata con un inusuale colpo di testa, nel secondo rimbalza sul palo e finisce fortunosamente tra i piedi di un avanti valdarnese che segna a porta vuota.
Dopo queste due reti la Midland conquista il dominio territoriale per gran parte della partita, ma, al momento del tiro, manca di concretezza.
Nel secondo tempo la pressione sotto porta aumenta ulteriormente ma è ancora il San Giovanni a colpire in contropiede. La rete del solito Leonida Gonnelli, al suo sesto centro in altrettante partite, vale il gol della bandiera prima del definitivo 4 a 1 conseguente ad una contestata punizione dal limite.
Per i “Due portieri allenatori” Casini e Cerezuela resta la consapevolezza di una squadra cresciuta molto nelle ultime uscite e che nella trasferta di Pisa contro lo Scintilla proverà a chiudere l’anno solare ed il girone di andata nella parte sinistra della classifica.
Midland G.S. 1 [Gonnelli]
San Giovanni 4



Campionato Under 15 Femminile

Un risultato che si commenta da solo. Dispiace per le piccole mugellane vittime della voglia di rivalsa delle rosso-blu dopo la sconfitta contro il San Giovanni. L’esperienza maturata in questi due anni di attività sotto la guida di Stefano Grassi si è vista tutta al confronto con le ragazze della Fortis Juventus alle prime uscite nel mondo del futsal.
Non è stato proprio possibile trattenere l’impeto di capitan Susanna Peraldo e della sua truppa e il risultato ha assunto contorni esagerati. Troppa la voglia di andare a segno di Delia Gonnelli e di Areta Zenunaj, le due dodicenni della squadra, che chiudono con quindici reti in due.
Per questa squadra è un altro record che la porta a totalizzare 58 reti in sole 19 partite. Una media incredibile.
Midland G.S. 21 [Gonnelli (9), Zenunaj (6), Crucillà (3), Peraldo (2), Ciracì]
Fortis Juventus 0