MAGER VINCE IL GRAN CANARIA CHALLENGER L’AZZURRO SI IMPONE SU CARBALLES BAENA IN FINALE “TITOLO DA PAPÀ UN’EMOZIONE SPECIALE”

MAGER VINCE IL GRAN CANARIA CHALLENGER L’AZZURRO SI IMPONE SU CARBALLES BAENA IN FINALE “TITOLO DA PAPÀ UN’EMOZIONE SPECIALE”
  • Facebook
  • Twitter
  • Instagram

MAGER VINCE IL GRAN CANARIA CHALLENGER
L’AZZURRO SI IMPONE SU CARBALLES BAENA IN FINALE
“TITOLO DA PAPÀ UN’EMOZIONE SPECIALE”

Las Palmas, 6 marzo 2022 - Il primo titolo da papà non si scorda mai. Diciotto giorni dopo la nascita della prima figlia, Vittoria, Gianluca Mager vince il Gran Canaria Challenger. Il sanremese classe ’94 ha battuto in finale lo spagnolo Roberto Carballes Baena con lo score di 7-6(6) 6-2 in 2 ore e 4 minuti di gioco.

Trionfa Mager - Una volta alzato al cielo il trofeo del torneo organizzato da MEF Tennis Events sul Centrale del Cortijo Club de Campo, l’azzurro ha raccontato le proprie emozioni: “A differenza del mio avversario, sono partito un po’ contratto. Per vincere il primo set ho avuto bisogno di un po’ di fortuna, poi sono riuscito ad alzare il livello e ce l’ho fatta. Sono soddisfatto complessivamente di tutto il mio torneo, considerando che come ho già dichiarato nell’ultimo mese mi sono allenato poco e non ho disputato partite ufficiali a causa della nascita di mia figlia”. Sulla dedica, quindi, nessun dubbio: “È bellissimo. Non vedo l’ora di tornare a casa ad abbracciare la mia fidanzata Valentine e la piccola Vittoria”. Non può mancare un commento sul successo in trasferta dell’Italia, che avendo sconfitto la Slovacchia ha conquistato un posto alla fase finale della Coppa Davis: “Sono molto contento per i ragazzi. Mi fa piacere che i giovani abbiano portato la Nazionale alla fase finale: non era facile per Lorenzo Musetti debuttare sul 2/2, è stato bravissimo nei momenti chiave del match e ha meritato di vincere”.

Marchesini guarda avanti - Agli archivi dunque il primo torneo stagionale di MEF Tennis Events. Il bilancio del presidente Marcello Marchesini: “È stato un torneo meraviglioso che ci ha coinvolto anche emotivamente, avendo avuto in finale un italiano e uno spagnolo. La federazione e i giocatori iberici sono felici di portare avanti la collaborazione avviata l’anno scorso e noi altrettanto: alle Canarie ci troviamo benissimo, a Tenerife abbiamo vinto il premio di miglior WTA 250 del 2021 e le cose proseguono al meglio”. Ora il ritorno in patria: “A giugno organizzeremo l’ATP Challenger 125 di Perugia, poi durante la seconda settimana di Wimbledon ci sarà lo storico appuntamento di Todi. Dopodiché altri due ATP Challenger 125: uno a inizio ottobre, l’altro verso fine stagione di nuovo a Tenerife. Ci divertiremo”.